Registro Pubblico delle Opposizioni

Le nuove regole del Marketing Telefonico
(Decreto del Presidente della Repubblica n°178/2010)

FAQ Abbonato

Perché è stato istituito il Registro Pubblico delle Opposizioni?

Perché è cambiata la normativa che regolava il settore del telemarketing: l’art. 20 bis della legge n.166/2009 ha introdotto incisive modifiche al regime di gestione degli elenchi abbonati da parte degli operatori di telemarketing. Rispetto al precedente impianto normativo basato sull’opt-in – che non ammetteva il contatto telefonico nei confronti di quanti non avessero preventivamente fornito il proprio consenso – il legislatore ha privilegiato il sistema dell’opt-out. Per cui a partire dal 31 gennaio 2011 l’abbonato può iscriversi nel “Registro Pubblico delle Opposizioni”, istituito con il D.P.R. 178/2010, per non ricevere più le chiamate a fini promozionali e pubblicitari da parte degli operatori di telemarketing. Questo cambiamento consente all’Italia di adeguarsi alla normativa prevalente in Europa dove l'opt-out è adottato dalla maggior parte degli stati membri, tra cui Francia, Regno Unito e Spagna.

Con l’istituzione del Registro ci saranno più tutele per gli abbonati?

Sì, in quanto gli operatori telefonici che effettuano chiamate a fini commerciali e promozionali saranno obbligati: a garantire la propria identificazione, mostrando il proprio numero telefonico all’abbonato contattato; a indicare, al momento della chiamata, con precisione agli abbonati che i loro dati personali sono stati estratti dagli elenchi telefonici pubblici; a informare gli abbonati, durante la chiamata, della possibilità di iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni al fine di non essere più contattati.

A chi è rivolto il Registro Pubblico delle Opposizioni?

Il Registro è rivolto esclusivamente agli abbonati – sia persona fisica sia persona giuridica, ente o associazione – il cui numero telefonico è presente negli elenchi telefonici pubblici.

Come posso verificare se la mia numerazione è inserita negli elenchi pubblici di abbonati?

È possibile verificare la presenza della propria numerazione negli elenchi telefonici pubblici consultando gli elenchi stessi, cartacei e online, oppure richiedere l’accertamento al gestore telefonico di riferimento.

Posso iscrivere nel Registro Pubblico delle Opposizioni i cellulari?

Sì, ma solo le utenze mobili presenti negli elenchi telefonici pubblici.

Nel Registro viene iscritta la numerazione dell’intestatario dell’utenza telefonica o il suo nome e cognome?

Viene iscritta solo la numerazione telefonica dell’intestatario dell’utenza.

Cosa devo fare per non ricevere più telefonate commerciali o promozionali?

È necessario iscriversi nel Registro Pubblico delle Opposizioni. L’iscrizione si ottiene attraverso cinque modalità:

  • compilando l’apposito web form disponibile su questo sito;
  • chiamando il numero verde 800.265.265 dal numero che si intende iscrivere e comunicando i dati personali e anagrafici;
  • compilando il modulo elettronico disponibile su questo sito da inviare tramite email all’indirizzo di posta elettronica abbonati.rpo@fub.it;
  • inviando una raccomandata con i dati personali e anagrafici, indirizzata a:
    “GESTORE DEL REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI – ABBONATI”,
    UFFICIO ROMA NOMENTANO,
    CASELLA POSTALE 7211,
    00162 ROMA RM;
  • inviando un fax contenente i dati personali e anagrafici al numero 06.54224822.
Quali dati personali e anagrafici devo allegare alla richiesta d’iscrizione?

I dati personali e anagrafici da inviare insieme alla richiesta d’iscrizione variano a seconda della modalità scelta dall’abbonato per la registrazione:

  • Modalità web – compilazione dell’apposito modulo elettronico con nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, indirizzo di posta elettronica, numerazione che si vuole iscrivere;
  • Modalità telefonica – chiamata al numero verde 800.265.265 dalla numerazione telefonica per la quale si richiede l’iscrizione e comunicazione di nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, email (facoltativa).
  • Modalità raccomandata – invio di copia di un documento di riconoscimento, codice fiscale, utenza da iscrivere specificando l’operazione richiesta “iscrizione”, email (facoltativa).
  • Modalità fax – invio al numero 06.54224822 di copia di un documento di riconoscimento, codice fiscale, utenza da iscrivere specificando l’operazione richiesta “iscrizione”, email (facoltativa);
  • Modalità email – invio dell’apposito modulo compilato digitalmente (scaricabile da questo sito) con nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, indirizzo di posta elettronica, numerazione che si vuole iscrivere.
Voglio iscrivere nel Registro Pubblico delle Opposizioni il numero telefonico di un’azienda o società: quali dati devo inserire nel modulo per la richiesta?

Nel caso di:

  • Utenze telefoniche intestate direttamente al legale rappresentante dell'ente, dovresti fornire i dati anagrafici (compreso il codice fiscale) del legale rappresentante;
  • Utenze telefoniche registrate presso il proprio operatore unicamente con la ragione sociale e la partita IVA dell'ente, dovresti inserire nel campo "cognome" la ragione sociale, nel campo “nome” e in ogni prima casella del campo “data e luogo di nascita” il carattere asterisco “*”, e nel campo “codice fiscale” la partita IVA.
Ho registrato la mia utenza presso l’operatore solo con la partita IVA. Voglio iscrivermi nel Registro Pubblico delle Opposizioni utilizzando l’apposito modulo presente su questo sito: dove devo inserire la partita IVA?

In questo caso se sei un Abbonato (persona fisica) dovresti inserire la partita IVA nel campo “codice fiscale”.

Mi sono iscritto al Registro, ma continuo a ricevere chiamate indesiderate. Cosa devo fare?

Bisogna:

  • accertarsi dell’avvenuta iscrizione;
  • controllare che siano trascorsi 15 giorni dal momento dell’iscrizione: l’opposizione diviene effettiva dopo questo periodo massimo, al fine di consentire agli operatori di verificare il Registro e recepire le opposizioni iscritte dagli abbonati ai servizi di telefonia fissa;
  • verificare che non sia stato dato il consenso al trattamento dei propri dati per finalità di telemarketing a singoli soggetti (per esempio aziende dalle quali sono stati acquistati prodotti o servizi oppure tessere di fidelizzazione cliente eccetera) che effettuano operazioni commerciali o promozionali via telefono da fonti diverse dagli elenchi telefonici pubblici (di cui art. 2, comma 2 del Codice) purché ciò sia avvenuto nel rispetto delle norme vigenti sulla privacy.

Nel caso in cui si sia accertata l’avvenuta iscrizione al Registro e si è sicuri che i propri dati siano stati trattati in modo illecito, è possibile rivolgersi alle autorità giudiziarie e all’Autorità Garante per la Privacy.

Posso dare la mia disponibilità solo per certe promozioni?

L'iscrizione al Registro preclude la possibilità di essere contattato dagli Operatori di telemarketing che selezionano il tuo numero dagli elenchi pubblici. Nel caso fossi interessato puoi comunque fornire il tuo consenso direttamente al soggetto da cui intendi ricevere promozioni, purché tale soggetto operi nel rispetto delle norme vigenti sulla privacy.

Sono previste delle conseguenze per gli operatori di telemarketing che mi contattano senza il mio consenso?

Sì. In caso di violazione del diritto di opposizione verrà applicata la sanzione prevista dall’art. 162, comma 2-quater del Codice in materia di protezione dei dati personali.

Devo pagare per iscrivermi al Registro?

No, l’iscrizione al servizio è completamente gratuita.

L’iscrizione al Registro ha una durata limitata che va rinnovata periodicamente?

No, l’iscrizione al Registro è valida a tempo indeterminato, finché l’abbonato rimane intestatario della numerazione iscritta. Ciascun abbonato può aggiornare o modificare i propri dati o revocare la propria iscrizione al Registro con le medesime modalità previste per l'iscrizione. Ogni abbonato può iscriversi o revocare l'iscrizione o iscriversi nuovamente al Registro senza alcuna limitazione.

Come posso verificare se sono effettivamente iscritto al Registro Pubblico delle Opposizioni?

Attraverso la modalità telefonica chiamando il numero verde 800.265.265 o la modalità web, nel caso l’abbonato abbia fornito l’indirizzo di posta elettronica nella fase d’iscrizione.

Quando posso iscrivermi nel Registro? Esiste un orario da osservare?

È possibile iscriversi al Registro in qualsiasi momento senza distinzioni di orario, anche nei giorni festivi.

Quanto tempo passa dalla richiesta d’iscrizione alla registrazione effettiva di una numerazione telefonica nel Registro?

L’iscrizione effettiva nel Registro avviene entro il giorno lavorativo successivo al momento della ricezione della richiesta dell’abbonato.

Come faccio a capire chi mi telefona?

In base alle nuove regole, l’operatore di telemarketing che contatta un abbonato deve rendere la linea identificabile. Sono vietate le telefonate con numero chiamante anonimo.

Sono intestatario di diverse numerazioni telefoniche. Come posso iscriverle tutte?

È possibile iscrivere contemporaneamente tutte le numerazioni telefoniche di cui si è intestatari utilizzando una delle modalità previste per l’iscrizione, escluso quella telefonica. Se si sceglie la procedura via telefono è richiesto che per ciascuna delle numerazioni da iscrivere nel Registro sia effettuata una chiamata dall’utenza interessata al numero verde 800.265.265.

Il mio numero telefonico è presente negli elenchi pubblici, ma non riesco a iscrivermi nel Registro perché al sistema risulta che la mia utenza non è inserita negli elenchi pubblici: cosa devo fare?

Dovresti verificare con attenzione che il tuo numero sia effettivamente presente negli elenchi pubblici cartacei dell’anno in corso e fare il relativo controllo negli elenchi pubblici online. Nel caso di incongruenze potrebbe essersi verificato un problema di mancato aggiornamento, tuttavia ti consigliamo di rivolgerti al tuo gestore telefonico per ulteriori verifiche. L’iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni è un servizio per i cittadini la cui utenza è presente nel DBU – Data base unico – contenente tutte le utenze degli abbonati agli elenchi pubblici, pertanto una tale divergenza è imputabile al proprio gestore telefonico, che è tenuto a risolvere il problema, e non al Gestore del Registro.

Voglio modificare i dati che ho fornito durante l’iscrizione al Registro: cosa devo fare?

Ciascun abbonato può aggiornare o revocare la propria iscrizione nel Registro con le stesse modalità previste per la registrazione.

Cosa succede se cambio la numerazione telefonica?

L’iscrizione della numerazione telefonica nel Registro Pubblico delle Opposizioni decade automaticamente quando cambia l’intestatario o si verifica la cessazione dell’utenza, attraverso aggiornamento automatico del servizio ogni dieci giorni. È pertanto necessario iscrivere al Registro delle Opposizioni la nuova numerazione telefonica seguendo le modalità previste. L’iscrizione, infatti, si riferisce alle numerazioni telefoniche, non ai soggetti intestatari delle stesse.

Posso iscrivere un parente o un amico al Registro Pubblico delle Opposizioni?

No. La norma stabilisce che l'iscrizione al Registro venga effettuata dall'intestatario dell'utenza attraverso le cinque modalità messe a disposizione dell'abbonato: web, telefono, raccomandata, fax, email.

L’intestatario della mia linea telefonica è deceduto. Come faccio a iscrivere l’utenza nel Registro Pubblico delle Opposizioni se può farlo solo l’intestatario?

Purtroppo, come stabilito dal D.P.R. 178/2010, solo l’intestatario dell’utenza può iscrivere nel Registro la sua numerazione telefonica. Pertanto ti consigliamo di rivolgerti al tuo operatore telefonico di riferimento e comunicare il decesso per la sostituzione dell’intestatario dell’utenza.

Ho inviato la richiesta d’iscrizione nel Registro della mia utenza attraverso la modalità email, ma non mi è arrivata l’email di conferma della presa in carico. Come faccio a verificare che l’operazione sia andata a buon fine?

Se non ha ricevuto l’email di conferma della presa in carico della sua richiesta, è possibile verificare l'avvenuta iscrizione e il suo codice utenza telefonando al numero verde 800.265.265 dalla numerazione per la quale è stata richiesta l’iscrizione. Un risponditore automatico le comunicherà l’esito dell’operazione e il codice utenza che le è stato assegnato per le operazioni di consultazione dello stato, aggiornamento e revoca dell’iscrizione. Nel caso in cui non risultasse iscritto può procedere all’iscrizione direttamente attraverso il numero verde di cui sopra.

Il numero verde 800.265.265 è sempre occupato. In questo caso come devo fare per iscrivermi nel Registro Pubblico delle Opposizioni attraverso la modalità telefonica?

Dovresti aspettare e riprovare: probabilmente il segnale di occupato deriva dal fatto che in quel preciso istante tutte le linee telefoniche disponibili sono impegnate.

In quale formato devo salvare il modulo – previsto per le modalità email, fax e raccomandata – per le operazioni d’iscrizione, aggiornamento e revoca?

Il modulo deve essere salvato secondo le dettagliate istruzioni descritte nel documento “Guida alla compilazione del modulo”. Ti ricordiamo che:

  • Il modulo deve essere aperto e compilato utilizzando il software Adobe Acrobat Reader versione 7 o superiori;
  • il modulo può essere inviato cliccando il pulsante submit form posizionato in alto a destra del modulo e seguendo le istruzioni proposte dal software oppure può essere salvato e inviato in un secondo momento come allegato alla casella di posta elettronica abbonati.rpo@fub.it;
  • I moduli compilati a mano e acquisiti digitalmente, o i moduli il cui formato elettronico sia stato modificato non sono accettati dal Registro Pubblico delle Opposizioni.
Vorrei ricevere delle informazioni sul Registro Pubblico delle Opposizioni che non sono contenute in questo sito. A chi posso rivolgermi?

È possibile richiedere informazioni via email - all’indirizzo di posta elettronica infoabbonati.rpo@fub.it o di Posta Elettronica Certificata - PEC* infoabbonati.rpo@pec.it - oppure via posta ordinaria o raccomandata al seguente indirizzo:

“GESTORE DEL REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI – INFORMAZIONI”,
UFFICIO ROMA NOMENTANO,
CASELLA POSTALE 7212,
00162 ROMA RM.

* La presente casella di Posta Elettronica Certificata del Gestore può ricevere i messaggi solo da indirizzi PEC.

Come si possono aggiornare i propri dati inseriti durante l’iscrizione nel Registro?

I dati personali si possono aggiornare attraverso le medesime modalità utilizzate per l’iscrizione, fornendo il codice utenza.

Che cos’è e a cosa serve il “codice utenza”?

Il Codice utenza è un’ulteriore forma di tutela per l’abbonato, contro l’accesso abusivo ai propri dati. Viene fornito all’utente tramite email o modalità telefonica (chiamando il numero verde 800.265.265) ed è associato alla numerazione telefonica iscritta. Serve per aggiornare i propri dati e revocare la registrazione.

Mi sono dimenticato il codice utenza, come posso recuperarlo?

Puoi telefonare dalla numerazione telefonica iscritta al numero verde 800.265.265 e un risponditore automatico ti fornirà il tuo codice utenza. Altrimenti puoi ottenerlo nell’area riservata per l’abbonato su questo sito web.

Come devo fare per inviare un reclamo?

È possibile inviare un reclamo via email - all’indirizzo di posta elettronica infoabbonati.rpo@fub.it o di Posta Elettronica Certificata - PEC* infoabbonati.rpo@pec.it - oppure via posta ordinaria o raccomandata indirizzata a:

“GESTORE DEL REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI – INFORMAZIONI”,
UFFICIO ROMA NOMENTANO,
CASELLA POSTALE 7212,
00162 ROMA RM.

* La presente casella di Posta Elettronica Certificata del Gestore può ricevere i messaggi solo da indirizzi PEC.

Come posso cancellare la mia iscrizione dal Registro?

Con le medesime modalità utilizzate per l’iscrizione, fornendo il codice utenza.

Se cambio gestore telefonico l'iscrizione (number portability) del mio numero nel Registro rimane valida?

In caso di passaggio da un gestore telefonico a un altro (number portability), l'intestatario della linea telefonica iscritta nel Registro dovrà fare attenzione affinché il nuovo gestore telefonico osservi nei tempi stabiliti le procedure previste per l'operazione. Infatti, quando si stipula un contratto con un nuovo gestore telefonico conservando lo stesso numero di telefono, il vecchio gestore telefonico cancella dal DBU (Data Base Unico contenente tutti i numeri di telefono degi elenchi pubblici) il numero dell'intestatario che ha deciso di cambiare operatore. Contestualmente alla cancellazione del numero da parte del vecchio gestore telefonico, il nuovo gestore telefonico deve inserire lo stesso numero nel DBU. In caso di ritardo o di mancata osservazione di tale procedura, il sistema su cui si basa il Registro Pubblico delle Opposizioni interpreta la cancellazione del numero da parte del vecchio gestore telefonico come una cessazione della linea telefonica, annullando l'iscrizione.

Se dovesse verificarsi quest'ultimo caso, detto di "disallineamento", l'intestatario della linea telefonica che aveva provveduto all'iscrizione nel Registro, dovrà:

  • rivolgerisi al suo nuovo gestore telefonico affinché provveda subito all'inserimento del numero telefonico nel DBU;
  • procedere con una nuova iscrizione del proprio numero nel Registro Pubblico delle Opposizioni, dopo aver accertato l'avvenuto inserimento;
  • sapere che tale problema è imputabile esclusivamente al proprio gestore telefonico e dunque non attribuibile al Gestore del Registro.

Dunque, in caso di passaggio da un gestore telefonico a un altro, invitiamo comunque l'abbonato a verificare che la propria iscrizione sia ancora valida.

Che differenza c'è tra la posta elettronica tradizionale e la Posta Elettronica Certificata - PEC?

La Posta Elettronica Certificata - PEC è lo strumento che consente di inviare e ricevere messaggi di testo e allegati con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento, mentre la posta elettronica tradizionale non fornisce queste garanzie. Tuttavia si specifica che la casella di Posta Elettronica Certificata del Gestore - dedicata agli Abbonati per la richiesta di informazioni e l'invio dei reclami - può ricevere i messaggi solo da indirizzi PEC; di conseguenza i messaggi inviati alla PEC del Gestore mediante posta elettronica tradizionale non saranno ricevuti.

FAQ Operatore

Quali sono le novità introdotte dalle nuove Condizioni Generali di Contratto del Registro Pubblico delle Opposizioni?

Le nuove Condizioni Generali di Contratto, entrate in vigore il 15 ottobre 2012, hanno disciplinato una serie di miglioramenti tecnici realizzati dal Gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni su richiesta degli Operatori e hanno recepito alcune modifiche normative intervenute. Nello specifico, le modifiche introdotte hanno interessato gli artt. 1.1, 3.4, 3.10, 9.2. Pertanto la precedente versione delle Condizioni Generali di Contratto è stata integralmente sostituita dalla versione 2.0 del documento.

Perchè l'Operatore intenzionato a contattare gli Abbonati presenti negli elenchi telefonici ai fini commerciali, promozionali o di ricerche di mercato deve iscriversi al sistema del Gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni?

Perché secondo il Decreto del Presidente della Repubblica n. 178, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 256 del 2 novembre 2010, ciascun Operatore, per effettuare i trattamenti di dati per fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, mediante l’impiego del telefono, deve presentare l’istanza presso il Gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni.

Una società che svolge attività di call center per conto di un Operatore di telemarketing deve essere iscritta al Registro Pubblico delle Opposizioni?

Si deve iscrivere ai servizi offerti dal Registro Pubblico delle Opposizioni la società titolare del trattamento dei dati che intende sottoporre a verifica le liste di numerazioni da contattare a fini promozionali.

Come deve comportarsi l’Operatore di telemarketing che delega l’attività di call center a società esterne?

L’Operatore che delega l’attività di call center a società esterne, alle quali fornisce una lista di numerazioni da contattare, è tenuto a iscriversi al Registro, indicando tutte le società che effettueranno fisicamente i contatti.

Come deve comportarsi la società che svolge attività di telemarketing per conto terzi?

Se la società che svolge attività di telemarketing per conto terzi - secondo quanto previsto dal D.Lgs. 196/2003 e dai provvedimenti del Garante per la protezione dei dati personali - detiene la titolarità della lista di numerazioni da contattare, deve iscriversi al Registro senza specificare il committente; in caso contrario deve essere l’Operatore di telemarketing, titolare al trattamento dei dati personali iscritto al Registro, che ha commissionato l’attività promozionale a indicare la società tra i soggetti che effettuano fisicamente le chiamate. 

La firma digitale del legale rappresentante che sottoscrive il contratto con il Gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni deve corrispondere alla firma digitale apposta agli elenchi da sottoporre a verifica?

Non necessariamente. Il contratto con il Gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni deve essere firmato dal legale rappresentate dell’Operatore, ovvero dal soggetto munito di poteri di firma o procura indicato nel web form; mentre le liste degli elenchi da sottoporre a verifica al Gestore possono essere firmate da un referente tecnico (esplicitato nel web form della presentazione dell’istanza). Nel caso in cui si proceda attraverso la modalità della Posta Certificata – PEC, la richiesta dovrà contenere la firma digitale del referente tecnico. Se invece si procede attraverso la modalità web, la connessione avverrà tramite il certificato digitale del referente tecnico. Le modifica del nominativo del referente tecnico dovrà essere comunicata preventivamente al Gestore attraverso l’aggiornamento dell’istanza.

A chi può rivolgersi l’Operatore nel caso dovessero verificarsi eventuali problemi tecnici o procedurali durante la fase di iscrizione al sistema?

Per la soluzione dei problemi tecnici relativi alla presentazione dell’istanza e/o all’invio delle liste è previsto un apposito servizio di assistenza contattabile all’indirizzo di posta elettronica malfunzionamenti.rpo@fub.it.

A chi può rivolgersi l’Operatore nel caso avesse bisogno di informazioni relative al servizio offerto dal Registro Pubblico delle Opposizioni?

Per informazioni inerenti al servizio è possibile rivolgersi all’indirizzo di posta elettronica info.rpo@fub.it.

Come viene gestito il credito per l’aggiornamento delle liste dei numeri telefonici degli Abbonati presenti negli elenchi pubblici?

Attraverso l’acquisto prepagato di pacchetti standard di numerazioni telefoniche. L’Operatore iscritto al Registro Pubblico delle Opposizioni potrà scegliere l’importo del proprio credito da ricaricare attraverso l’apposita richiesta accessibile dal sistema del Gestore, così come potrà acquistare uno dei pacchetti di numerazioni al fine di sottoporre a verifica i numeri telefonici da “filtrare”.

È possibile iscriversi nel Registro Pubblico delle Opposizioni senza acquistare un pacchetto standard di numerazioni telefoniche?

No. Al momento di adesione alle condizioni generali di contratto con il Registro Pubblico delle Opposizioni, l’Operatore è tenuto ad acquistare contestualmente uno o più pacchetti standard di numerazioni telefoniche da sottoporre a verifica. Per ulteriori informazioni si rimanda all’art.2 delle “Condizioni generali di contratto per la disciplina dell’accesso al registro pubblico delle opposizioni da parte degli operatori”.

Quali file restituiti dal Gestore sono dotati di firma digitale e quale tipologia di firma è adottata?

Nella modalità di sottomissione via web sono firmati digitalmente i messaggi di notifica inviati all'indirizzo email del responsabile tecnico che ha effettuato la sottomissione. Nella modalità via PEC è firmato digitalmente l'archivio compresso nel quale sono contenuti il file della lista aggiornata e il file di testo riepilogativo contenente i dati amministrativi del risultato dell'operazione. Il sistema di elaborazione utilizza il sistema di firma digitale remota con procedura automatica offerto da ArubaPEC. In casi eccezionali, per mantenere i tempi di risposta entro gli standard di servizio garantiti fino ad oggi, è possibile che venga utilizzato un sistema di firma elettronica a nome del Vice Direttore Generale della Fondazione Ugo Bordoni che si appoggia al certificatore Trust Italia (in tal caso l'indirizzo email contenuto nel certificato di firma potrebbe essere soggetto a cambiamenti e non è predisposto per nessun tipo di comunicazione da parte degli operatori).

In quale formato l’Operatore fornisce al Gestore la ricevuta di pagamento per il rinnovo del credito e durante la presentazione delle istanze?

Al completamento delle procedure per il rinnovo del credito l’Operatore renderà disponibile al Gestore i dati relativi all’avvenuto pagamento, comprensivi del numero CRO e data della valuta del bonifico, via posta elettronica tradizionale – all’indirizzo istanza.rpo@fub.it – o certificata – all’indirizzo istanza.rpo@postecert.it.

 

File di richiesta dell’aggiornamento delle liste:

Quale deve essere il formato del file inviato dall’Operatore per l’aggiornamento?

Il file dell’elenco deve essere in formato di testo con codifica ASCII e deve contenere le numerazioni composte da cifre numeriche, separate da caratteri “line feed” e “carriage return”. Il file deve essere successivamente compresso secondo l’algoritmo Deflate specificato nel documento IETF RFC1951 (comunemente riferito come formato zip).

È disponibile una guida semplificata dedicata agli utenti Microsoft per la creazione della lista da inviare?

Attraverso  la "Guida semplificata per Windows" è possibile accedere a una guida non ufficiale che presenta un esempio di generazione della lista mediante gli strumenti disponibili sul sistema operativo Microsoft Windows XP o superiore.

Nel documento "Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste", è descritta una procedura di predisposizione dei file delle liste basata sull'uso del programma Excel. Nella stessa Guida è altresì descritta una procedura, sempre basata su Excel, che consente di riallineare i numeri contenuti nel file restituito con quelli della lista inviata, evidenziando quelli epurati.

È disponibile una guida semplificata dedicata agli utenti Linux per la creazione della lista da inviare?

Attraverso la "Guida semplificata per Linux" è possibile accedere a una guida non ufficiale che presenta un esempio di generazione della lista mediante gli strumenti disponibili sul sistema operativo Ubuntu Linux.

Le numerazioni contenute nel file di richiesta devono comprendere il prefisso telefonico internazionale?

No, non deve essere inserito alcun prefisso internazionale.

Nelle numerazioni telefoniche del file di richiesta, il prefisso e il numero telefonico devono essere separati con un carattere (per esempio spazio, punto, eccetera)?

No, il prefisso e il numero devono essere inseriti nel file senza separatori.

Nel file delle richieste bisogna inserire un record di testa e un record di coda?

No, l'elenco deve essere composto unicamente da stringhe di caratteri ASCII corrispondenti a cifre decimali separate dalla sequenza di caratteri ASCII “carriage return” (0x0D) e “line feed” (0x0A). È tollerata la presenza di una sequenza aggiuntiva di caratteri “carriage return” (0x0D) e “line feed” (0x0A) alla fine del file.

Qual è la dimensione massima di MB e numero di righe che può contenere il file di richiesta?

L'elenco presentato non deve contenere oltre un 1.000.000 (un milione) di numerazioni e l'elenco compresso non deve eccedere la dimensione di 9 MB.

È previsto un limite del numero di file che possono essere inviati giornalmente?

Si, inizialmente tale limite è imposto a 5 richieste al giorno da parte di ciascun Operatore.

 

File di risposta con le liste aggiornate:

Qual è la validità della lista aggiornata dal Gestore?

La validità della lista aggiornata è di 15 giorni, che decorrono: nel caso della modalità PEC, dall’istante di ricezione della lista aggiornata da parte del gestore di PEC dell’Operatore; nel caso della modalità web, dal momento della pubblicazione online della lista aggiornata, ovvero dell’istante riportato nella risposta e firmato digitalmente dal Gestore.

Il file di risposta restituirà solo le linee con le numerazioni del file originale non presenti nel Registro Pubblico delle Opposizioni?

Sì. Il file di risposta sarà “filtrato” dai numeri telefonici degli Abbonati iscritti al Registro Pubblico delle Opposizioni. Il file di risposta seguirà le regole del file inviato.

Com'è possibile riallineare i numeri contenuti nel file restituito con quelli della lista inviata, evidenziando quelli epurati?

Esistono innumerevoli metodi per ottenere il riallineamento dei numeri restituiti con quelli della lista inviata. Nel documento "Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste" è descritta una possibile procedura basata sull'uso del programma Excel.

Quale formato verrà utilizzato per comunicare i dettagli amministrativi del risultato dell’operazione di verifica (come per esempio il totale delle numerazioni, il residuo del credito eccetera)?

All’interno dell’archivio compresso, insieme al file della lista aggiornata, il Gestore inserirà un file di testo riepilogativo contenente i dati amministrativi del risultato dell'operazione.

 

Soluzione basata sulla Posta Elettronica Certificata - PEC:

È possibile utilizzare più caselle di posta elettronica PEC per inviare le liste al Gestore?

No.

È possibile utilizzare più firme digitali per sottoscrivere le liste inviate al Gestore?

No.

Sono richieste caratteristiche specifiche per il kit di gestione della firma digitale e gli standard supportati per i file firmati a valore legale che dovranno essere utilizzati?

Sì. I file devono essere firmati nel formato PKCS7.

È previsto l'obbligo per l'Operatore di dotarsi di due fornitori di servizi PEC?

No, l’Operatore potrà rivolgersi a un solo fornitore a propria scelta.

 

Soluzione basata sul Portale Web:

Il certificato digitale necessario all’Operatore per sottoscrivere le istanze verrà rilasciato dal Gestore o è necessario acquistare un certificato client da un fornitore specifico?

Il certificato deve essere richiesto a una autorità di certificazione esterna al Gestore e al momento è possibile utilizzare certificati digitali emessi da Trust Italia, da Infocert e da ArubaPEC. Per ulteriori dettagli sui certificati digitali accettati si consiglia di consultare la guida per l’invio delle liste.

Quali caratteristiche deve avere il certificato digitale individuale?

Deve contenere le credenziali (nome, cognome, indirizzo email) del responsabile tecnico o amministrativo, che precedentemente sono state comunicate al Gestore.

È prevista una scadenza del certificato digitale e una procedura di rinnovo?

Questi vincoli dipendono dall'autorità terza di certificazione.

È possibile accedere al Registro Pubblico delle Opposizioni da più postazioni dell’Operatore con lo stesso certificato digitale?

Sì, ma non simultaneamente.

Qual è la procedura da seguire nel caso di smarrimento delle credenziali di accesso da parte dell’Operatore?

Le procedure di richiesta della nuova password, come quelle per la richiesta del cambio delle credenziali di accesso, sono pubblicate nell’apposita sezione “Manuale Operativo” del sito web del Registro Pubblico delle Opposizioni.

Ai fini di una maggiore sicurezza, è previsto l’utilizzo del token hardware?

Al momento la sicurezza delle comunicazioni con il sito web del Registro Pubblico delle Opposizioni è garantita dal certificato digitale sia per il server sia per il client e da credenziali di autenticazione basati su username e password.

L’Operatore può richiedere più credenziali di accesso al sito web del Registro Pubblico delle Opposizioni?

Sì, le credenziali di accesso sono fornite fino ad un massimo di cinque utenti di tipo amministrativo per la gestione dell'istanza e fino ad un massimo di cinque utenti di tipo tecnico per l'invio degli elenchi.

L'operatore ha acquistato e installato il certificato digitale, ma continua a ricevere un errore durante il collegamento all’area riservata sul sito del Registro. Quale può essere il problema?

Microsoft Internet Explorer, come altri software di navigazione, deve essere aggiornato per funzionare correttamente. Per risolvere l’inconveniente è necessario:

  • verificare che il certificato digitale sia correttamente installato nel software di navigazione con il quale si tenta di accedere al Registro;
  • se si utilizza Microsoft Internet Explorer, verificare che gli aggiornamenti del sistema operativo siano tutti correttamente installati.

Altrimenti, in caso non si voglia installare gli aggiornamenti di Internet Explorer (avendo già installato il certificato digitale in Internet Explorer), è possibile utilizzare altri software di navigazione che si aggiornano automaticamente, tra cui Google Chrome (senza bisogno di esportare e importare il certificato digitale) e Mozilla Firefox (avendo cura di esportare il certificato da Internet Explorer per importarlo in Mozilla Firefox).    

Ho un certificato individuale di Classe 2 emesso da Trust Italia non scaduto, ma dal giorno 8 luglio 2015 non riesco a raggiungere la pagina di login dell'area riservata degli operatori.

La problematica potrebbe essere legata al rilascio da parte di Trust Italia di certificati individuali firmati con un Certificato non aggiornato dell'Autorità di Certificazione Intermedia. Per verificare la presenza di tale problematica e superarla, installando nel browser utilizzato, il Certificato aggiornato dell'Autorità di Certificazione Intermedia scaricabile dal sito di Trust Italia, il GRO ha prodotto una guida operativa per i tre browser più diffusi.

FAQ

Fondazione Ugo Bordoni
Ministero dello Sviluppo Economico

Copyright (c) 2010-2015 Fondazione Ugo Bordoni - Codice fiscale 97201200587. Tutti i diritti riservati.


Valid XHTML 1.0 Strict

CSS Valido!